salta al contenuto

Opposizione all'ordinanza di ingiunzione

Cos'è e come si fa:

  • Riferimento normativo: articoli 22 e 22 bis (inserito dall'articolo 98 del D. Lgs. 507/99) e 23 L. 689/81;
  • Si propone con ricorso al giudice del luogo ove è stata consumata la violazione entro 30 giorni dalla notifica del provvedimento (60 giorni se l'interessato risiede all'estero);
  • Al ricorso va allegata l'ordinanza notificata;
  • Gli atti del processo e la decisione sono esenti da ogni tassa e imposta;
  • Il ricorso va depositato allo sportello della stanza 2.15 – piano secondo;

La competenza è del tribunale quando la sanzione è stata applicata per una violazione concernente disposizioni in

  • di tutela del lavoro, di igiene sui luoghi di lavoro e di prevenzione degli infortuni sul lavoro;
  • di previdenza e assistenza obbligatoria;
  • urbanistica ed edilizia;
  • di tutela dell'ambiente dall'inquinamento, della flora, della fauna e delle aree protette;
  • di igiene delle bevande e degli alimenti;
  • di società e di intermediatori finanziari;
  • tributaria e valutaria;

È altresì competente il tribunale

  • se per la violazione è prevista una sanzione pecuniaria superiore nel massimo a € 15493;
  • quando, essendo la violazione punita con sanzione pecuniaria proporzionale senza previsione di un limite massimo, è stata applicata una sanzione superiore a € 15493;
  • quando è stata applicata una sanzione di natura diversa da quella pecuniaria, sola o congiunta a quest'ultima, fatta eccezione per le violazioni previste dal R.D. 1736/1933, dalla L. 836/90 e dal D. Lgs. 285/92;
  • in tutti i casi previsti da diverse disposizioni di legge.

In tutti gli altri casi la competenza è del Giudice di Pace.

I RICORSI aventi ad oggetto OPPOSIZIONI ALL’ORDINANZA DI INGIUNZIONE L. 689/81

(Lavoro sommerso e adempimenti relativi all’assunzione)
Di competenza della Cancelleria CIVILE
Sono da iscrivere alla Cancelleria LAVORO con il codice 2.32.100 essendo stati assegnati per competenza tabellare al Giudice dr. Paganelli.
(fermo restando il pagamento del CU e del bollo come dovuto al Civile)